Cresce la voglia di biologico in Europa. Nel 2015 nel vecchio continente questo tipo di agricoltura ha occupato circa 11,1 milioni di ettari (il 6% dei terreni agricoli europei), due in più di quelli dedicati al bio nel 2010.

A certificare questo crescente interesse verso l’agricoltura biologica, in una recente pubblicazione dedicata a queste tematiche, è Eurostat. L’istituto europeo di statistica ha premiato l’Austria come il paese con la maggiore propensione al bio: tra le Alpi e il Danubio un quinto dei terreni agricoli sono liberi da pesticidi. Seguono gli stati che si affacciano sul Mar Baltico: in Svezia il 17,1% dei terreni agricoli sono bio, in Estonia il 15,7%.

Se però si considerano i valori assoluti, cioè gli ettari di terreno dedicati al biologico, il podio premia l’Europa del Sud. Dove del resto il clima è molto più favorevole all’agricoltura rispetto a quello della Scandinavia e degli Stati dell’ex Unione Sovietica. Più di un milione gli ettari coltivati a biologico in Spagna, 645mila in Francia. E l’Italia? Il nostro Paese è all’11,8% ma, rispetto al 2010, ha visto una crescita di tre punti percentuali, tripla rispetto al valore europeo.

sinab

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Bio in crescita in tutta Europa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

bIOrisparmio è un progetto a cura di naturalMENTE di Datti Viviana - Via Quinzia 160 – 02030 Rieti - email: info@biorisparmio.it - Partita Iva 02921290603 – C.F. DTTVVN86S49D810O - Ditta iscritta al Registro delle imprese di Rieti al n. RI - 71578